Come conservare correttamente la birra artigianale

Al fine di mantenere la tua birra sempre fresca e dal sapore immutato, è necessario che tu sia a conoscenza di tutti i fattori di cui devi tenere conto per conservarla correttamente. Questi linee guida sono valide sia per chi possiede un impianto di spillatura per birra domestiche e per chi possiede un locale dotato di spillatore per birra professionale.

I fattori di cui devi tenere conto per conservare la tua birra correttamente sono principalmente 3: mantenere la corretta temperatura e pressione e evitare che il fusto o le bottiglie vengano scossa.

Temperatura

La temperatura è uno deo fattori cruciali per conservare la tua birra in modo ottimale. Infatti, dato che la maggior parte delle birre non vengono pastorizzate, è molto importante mantenere i tuoi fusti di birra al fresco. La temperatura del fusto deve rimanere bassa e possibilmente costante, dal momento in cui lo ricevi dal fornitore fino a quando ne spilli l’ultimo boccale.
Se la temperatura è troppo alta, la birra creerà una grande quantità di schiuma e di conseguenza perderà parte del suo sapore. Viceversa, se la temperatura è troppo bassa, la birra risulterà “piatta” in quanto parte del sapore non viene liberata dalla carbonazione.

La temperatura perfetta per conservare la tua birra è 3°C. La temperatura può variare leggermente senza che la tua birra ne risenta.

Pressione

Il secondo elemento che stabilisce la qualità di una birra alla spina è la pressione. Infatti, se la pressione in cui la birra viene immagazzinata è troppo alta o troppo bassa, una volta spillata, il sapore e le caratteristiche della tua birra risulteranno alterate non ottimali.

Se la pressione è troppo bassa, le prime birre spillate avranno una quantità eccessiva di schiuma mentre le birre spillate di seguito risulteranno piatte. Troppa pressione invece porterà la birra ad uscire troppo velocemente e creare così una quantità di schiuma eccessiva.

Sapere con precisione il livello di pressione ideale a cui conservare la tua birra non è semplice. Ciò è dovuto al fatto che la pressione ideale varia a seconda del tipo e dello stile di birra. Per questo motivo ti consigliamo di farti consigliare dal tuo fornire o di cercare informazioni online relative alla tua specifica tipologia di birra.

Fai riposare la birra all’interno del fusto

Assicurati di muovere il fusto di birra con gentilezza e scuoterlo il meno possibile. Un fusto di birra, infatti, se agitato si comporta allo stesso modo di bottiglia di coca cola o una lattina di birra. Quindi, per evitare un’esplosione di schiuma, ti consigliamo di muovere i fusti con cautela e di lasciarli riposare per un’ora o 2 prima di aprirli e incominciare a spillare. Se non segui questa procedura otterrai una birra composta da troppa schiuma e dal gusto insoddisfacente per tutta la durata del fusto.

First in, first out

Chiunque abbia lavorato nell’industria alimentare avrà già sentito e seguito questa regola. “Primo ad entrare, primo ad uscire”, ovvero i prodotti che vengono utilizzati per primi sono quelli che sono stati immagazzinati per primi.
In questo modo eviterai che i tuoi fusti meno freschi diventino troppo vecchi e allo stesso tempo conserverai la birra più fresca per un secondo momento.

Tieni la tua birra lontano dalla luce

La luce può danneggiare sensibilmente la qualità della tua birra. Questo è il motivo per cui le bottiglie di birra sono vendute in colore verde o marrone e la birra in lattina è diventata molto popolare.

Ovviamente, per la birra conservata nei fusti, la luce non è un grande problema ma ti consigliamo comunque di evitare il contatto con la luce.

Ecco alcuni posti in cui puoi conservare la tua birra:

  • Refrigeratori
  • Cantine, meglio se fresche ma non troppo umide
  • Ripostigli
  • Garage, se la temperatura è costante

ilbeershop-admin-it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto